Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Sistema Museale Modenese

Il Sistema Museale della provincia di Modena nasce nel 1998 per favorire la qualificazione, la promozione e la valorizzazione delle realtà museali del territorio. Con il rinnovo dell'attuale convenzione alla Rete dei Musei fanno parte 58 istituzioni museali, di cui 33 musei di enti locali, l'Università di Modena e Reggio Emilia con 7 musei universitari, la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Modena e Reggio Emilia, e 17 soggetti privati - che collaborano alle attività del Sistema.

Si tratta di realtà assai diverse fra loro, caratterizzate da un legame profondo con lo spazio geografico e culturale di cui fanno parte, che hanno affiancato al ruolo di recupero, di tutela e di conservazione del patrimonio, anche attività di produzione e divulgazione culturale nell'ambito delle quali occupa un posto importante quella educativa.

Il progetto di Sistema nello specifico, in quanto progetto "di rete", è nato ed è stato promosso con gli obiettivi di qualificare questo ricco patrimonio museale attraverso l'introduzione degli standard di qualità, al fine di garantirne una migliore e più congrua fruizione, di aumentarne la forza attrattiva, di favorire la conoscenza del valore delle collezioni e del loro significato, cercando di mettere in risalto le peculiarità di ciascun museo e di aumentare il numero dei visitatori. L'intento è anche quello di creare un dialogo, un legame sempre più stretto fra offerta culturale e turistica, di far crescere la gamma dei servizi offerti, di sviluppare interventi di comunicazione che siano comuni e diversificati, difficilmente attuabili da parte delle piccole realtà che dispongono di limitate risorse umane e finanziarie, di fornire all'utente/cittadino/turista la percezione di un patrimonio diffuso sul territorio, attraverso servizi coordinati e azioni di rimando da un museo all'altro, di contribuire al miglioramento delle strutture e delle attività, attraverso gli interventi finanziati dalla legge 18/2000 e in collaborazione con l'IBACN, di promuovere manifestazioni che vedano coinvolte tutte le realtà mussali, come il progetto Musei da gustare ,  nell'impegno comune di coordinare insieme la programmazione delle aperture e delle varie attività.

La Provincia di Modena agisce dunque come elemento propulsore e di coordinamento, realizzando, insieme ai soggetti pubblici e privati che aderiscono alla Convenzione, diverse iniziative. Il Sistema opera inoltre con l'intento di favorire un raccordo, uno scambio di esperienze, materiali e informazioni e di promuovere occasioni formative per operatori museali e per insegnanti, di confronto per la programmazione e condivisione di progetti e di attività didattiche rivolte sia a un'utenza scolastica sia extrascolastica. La didattica museale viene intesa come "educazione permanente al museo", come riflessione su nuove modalità di fruizione; a questo fine sono stati portati avanti progetti legati alle più recenti interpretazioni su ruoli, competenze, potenzialità, esperienze significative.

All'interno della rete è stato di recente promosso il progetto Musei e territorio che individua percorsi tematici che possano  valorizzare il rapporto tra la realtà territoriale e i musei, sottolineandone aspetti non solo storici e culturali ma anche produttivi ed economici. Le proposte di itinerario intendono offrire spunti di suggestioni per leggere il territorio e la sua storia, per suscitare nuove curiosità e stimolare nel visitatore l'interesse alla visita, in un'ottica di attrazione culturale e turistica.

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 18 marzo 2011
data di modifica: giovedý 9 febbraio 2012