Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Musei | · Galleria Estense - Modena

Modena

Galleria Estense - Chiusa per terremoto maggio 2012

Le splendide raccolte dei duchi d'Este si trovano nel Palazzo dei Musei. Si tratta di un patrimonio museale d'importanza internazionale

Immagine corrente

Galleria Estense - chiusa per terremoto maggio 2012

Dipinti, sculture, bronzetti, ceramiche e oggetti preziosi provenienti dal Palazzo Ducale di Modena, attorno al più antico nucleo di opere provenienti dalle dimore ferraresi, costituiscono le splendide raccolte dei duchi d'Este, patrimonio museale d'importanza internazionale.

Celebri il busto marmoreo di Francesco I di Gian Lorenzo Bernini, e il ritratto su tela dello stesso Duca di Diego Velazquez, nonché la preziosa tavola Madonna col Bambino del Correggio, dono del marchese Giuseppe Campori.

Lapidario Estense

Al piano terra del Palazzo dei Musei, lungo i portici del cortile centrale, è possibile visitare il Museo Lapidario estense, anch'esso nato da un primo nucleo di reperti lapidei estensi ma arricchito da reperti di altissima qualità provenienti da tutta la provincia di Modena e Reggio Emilia.

Venne istituito da Francesco IV d'Austria d'Este nel 1828 come primo museo pubblico aperto alla città.  Costituisce, nella sua tipologia, uno dei più importanti musei a livello regionale per la ricchezza e rarità di reperti, soprattutto per l'importante nucleo di sarcofagi d'età romana.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Modena (MO)
Indirizzo
Largo di Porta Sant'Agostino, 337
C.A.P.
41121
Url / sito
Telefono
059.439.5711
Fax
059.230.196
E-Mail
Referente
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia
chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Economia
··› Servizio Industria, Commercio e Turismo
···› Reti turistico-culturali
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: domenica 10 aprile 2011
data di modifica: giovedý 18 aprile 2013