Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: Musei | · Galleria Estense - Modena

Modena

Galleria Estense - Museo Lapidario Estense e Palazzo Ducale di Sassuolo

Museo Nazionale

Immagine corrente

Galleria Estense di Modena

La Galleria Estense di Modena, erede della plurisecolare vicenda di collezionismo d’arte legato alla famiglia degli Este, è una delle più importanti e più antiche Gallerie Nazionali d’Italia. A una ricchissima quadreria si aggiungono un’importante raccolta grafica, una sceltissima collezione di sculture, antiche e moderne, una significativa selezione di arti decorative e una delle più cospicue raccolte numismatiche del mondo.
In seguito al forzato trasferimento della capitale ducale da Ferrara a Modena nel 1598, le raccolte artistiche estensi furono alloggiate nelle sale del rinnovato Palazzo Ducale fatto edificare da Francesco I d’Este a partire dal 1630, per poi essere allestite, dopo l’Unità d’Italia, nella Galleria posta all’ultimo piano di Palazzo dei Musei, che aprì al pubblico nel 1894.
Attualmente il percorso espositivo della Galleria Estense comprende una selezione di oltre 600 opere, fra cui 327 dipinti, 40 sculture e 242 oggetti d’arte applicata, provenienti tanto dalla secolare attività di mecenatismo degli Este quanto da più recenti acquisizioni dello stato attraverso lasciti ereditari, acquisti e donazioni.
Con la recente riforma del Ministero dei Beni Culturali e del Turismo, la Galleria Estense, insieme al Palazzo Ducale di Sassuolo e al Museo Lapidario Estense, è diventata uno dei venti musei autonomi nazionali.

Museo Lapidario Estense

Il Museo Lapidario Estense, allestito fin dal 1828 al piano terreno del Palazzo dei Musei, è parte integrante della Galleria Estense e ne completa le raccolte archeologiche e di scultura antica e rinascimentale. La passione collezionistica degli Este per le testimonianze dell’epoca classica risale al Quattrocento, quando il marchese Leonello fece di Ferrara un centro di cultura umanistica. Le collezioni di antichità furono grandemente aumentate nella seconda metà del Cinquecento da Alfonso II, che acquistò dal cardinale Rodolfo Pio da Carpi alcune delle lastre oggi esposte nel Lapidario. L’attuale museo, fondato da Francesco IV con la precisa volontà di istituire il primo museo pubblico della città, raccoglie soprattutto le antiche epigrafi provenienti dalla Galleria Estense, le lapidi di età medievale e moderna ritrovate durante i lavori di rinnovamento delle chiese cittadine e il gruppo di sarcofagi monumentali esposti fino al 1680 nella pubblica piazza. Quest’ultimo costituisce la più importante serie di sepolcri romani in regione.

Palazzo Ducale di Sassuolo

Trasformato in residenza ducale nel 1634 per volontà di Francesco I d’Este ed opera dell’architetto Bartolomeo Avanzini e dello scenografo Gaspare Vigarani, il Palazzo Ducale di Sassuolo da allora venne adibito a luogo di villeggiatura estiva e come sede di rappresentanza ufficiale della corte. Il Palazzo, denominato anche “Delizia” per la sua architettura impreziosita da fontane e circondato da ampi spazi verdi, rappresenta a tutt’oggi un vero gioiello della cultura barocca dell’Italia settentrionale. Di notevole bellezza gli ambienti, dipinti da un’equipe di artisti straordinari fra i quali il francese Jean Boulanger. Le raffigurazioni, che intrecciano temi allegorici ed episodi della storia estense, sono inserite all’interno di cornici architettoniche illusorie dipinte da due dei massimi maestri della “quadratura”, Angelo Michele Colonna e Agostino Mitelli.
A ribadire l’unitarietà del complesso museale estense, dal maggio del 2015 la reggia ospita oltre 350 fra dipinti e sculture provenienti dalle collezioni della Galleria Estense, qui esposti in forma stabile in sale recentemente restaurate.

 

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Modena (MO)
Indirizzo
Largo di Porta Sant'Agostino, 337
C.A.P.
41121
Url / sito
Telefono
059.439.5711
Fax
059.230.196
E-Mail

Itinerario

I luoghi della ceramica nei dintorni di Modena

Referente
Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici di Modena e Reggio Emilia
Emailga-est@beniculturali.it
chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: domenica 10 aprile 2011
data di modifica: venerdý 2 ottobre 2015