Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Savignano sul Panaro

Museo dell'Elefante e Museo della Venere

Sono i due musei di Savignano. L’uno ospita i resti dello scheletro di un elefante vissuto circa 2 milioni di anni fa, l’altro la copia della celebre la statuetta della “Venere”, una scultura a tutto tondo risalente al paleolitico superiore

Immagine corrente

Attorno allo scheletro dell'elefante, una femmina di Mammuthus, progenitore della specie meridionalis comparso in Europa alla fine del Pliocene, il Museo dell'Elefante articola un percorso arricchito di diorami, pannelli esplicativi e copie di altri reperti, che illustra l'ambiente in cui l'elefante è vissuto, il suo processo di fossilizzazione, lo schema evolutivo dei proboscidati e che approfondisce le tematiche di gigantismo e nanismo negli animali e sviluppo di zanne e proboscide.

Partendo dalla Venere di Savignano, al centro dell'esposizione (in copia; l'originale è presso il Museo Preistorico Etnografico Pigorini di Roma), si passa al confronto con riproduzioni di soggetti simili, sia italiani che europei: la Venere di Lespugue (Francia), la Venere di Willendorf (Austria), la Venere di Chiozza di Scandiano (Reggio Emilia) e la Venere della Marmotta, ritrovata da poco nel Lazio e sconosciuta a molti: un viaggio nell'arte preistorica delle raffigurazioni femminili.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Savignano sul Panaro (MO)
Indirizzo
Via Doccia, 72
C.A.P.
41056
Url / sito
Telefono
059.731.439
Fax
059.731.439
E-Mail
Orario

Festivi
dalle 14.30 alle 18.30

Feriali
previa prenotazione al numero 059.731.439

chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Economia
··› Servizio AttivitÓ Produttive e Statistica
···› Reti turistico-culturali
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: domenica 10 aprile 2011
data di modifica: giovedý 9 febbraio 2012