Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Castelvetro di Modena

MusA - Museo dell'assurdo

Dedicato all'assurdo in tutte le sue espressioni, predilige gli Istituti d'Arte, le Accademie, le Avanguardie, le tendenze. Nel Palazzo Rangoni ha sede anche il Museo Fili d'Oro a Palazzo, una esposizione permanente di abiti in stile rinascimentale

Immagine corrente

MusA - Museo dell’Assurdo è nato nel 2002 come collezione all’aperto d’Arte Contemporanea.
La sua vocazione è quella di esprimersi con il linguaggio ricco e affascinante dell’arte contemporanea; il suo percorso attraversa la dimensione dell’Assurdo per rendere permanente, in qualche modo “solidificare” le esperienze prodotte dal “Mercurdo” festival dedicato all’Assurdo che si svolge a Castelvetro e che è giunto all’undicesima edizione.

Dopo l’inaugurazione della prima sezione all’aperto, realizzata anche grazie a un rapporto privilegiato con istituti, accademie e circuiti istituzionali, nel 2004 si è inaugurata una sezione interna per ospitare la collezione permanente del Museo ed esposizioni estemporanee.

Ad oggi il museo è composto di 3 sezioni interne:
la prima e la terza  sala  "Assurdo come Metafora dell'Esistenza" e "Assurdo come gioco Neobarocco" ospitano la collezione permanente del Museo.

Nella sala centrale trovano posto esposizioni estemporanee; a queste ultime appartiene "Poesia Oggetto", una mostra collettiva curata da Valerio Dehò che testimonia l’esigenza delle neo-avanguardie (dagli anni ’50 del novecento in poi) di frantumare le distinzioni accademiche tra le arti, generando delle vere e proprie sculture fatte di parole.
Parole in forma di testi a stampa montati su collage o composizioni in cui il rapporto tra la plasticità dell’oggetto e le parole, è fondamentale per definire l’opera d’arte.

La collezione permanente raccoglie le proposte di giovani ma già affermati artisti realizzate appositamente per il Museo.

Museo Fili d'Oro a Palazzo

Nel  Palazzo Rangoni ha sede anche il Museo Fili d'Oro a Palazzo, una esposizione permanente di abiti in stile rinascimentale.
La mostra è dedicata al soggiorno del poeta Tasso presso il feudo del Marchese Fulvio Rangoni a Castelvetro. Gli abiti in mostra in stile Rinascimentale, ricamati a mano, sono realizzati dalle volontarie dell'Associazione Dama Vivente che ogni anno nel mese di settembre a Castelvetro organizzano una rievocazione storica.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Castelvetro di Modena (MO)
Indirizzo
Via Cavedoni, 14
C.A.P.
41014
Url / sito
Telefono
059.758.818 - 836
E-Mail
Orario

Domenica
dalle 16.00 alle 19.00

Gli altri giorni su prenotazione

Orario estivoGiugno
Domenica
dalle 16.30 alle 19.30
ChiusuraChiuso gennaio, luglio e agosto
IngressoGratuito
chiusura della tabella

Ingrandisci la mappa

Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 25 ottobre 2011
data di modifica: lunedý 19 maggio 2014